Archivi categoria : video

Il quarto d’ora accademico – Clip 7

Leopoldo Gamberale, professore emerito dell'Università di Roma - La Sapienza, ci accompagna tra le carte di Fernando Bandini, alla scoperta degli esiti della bozza di una poesia in latino dedicata al Venerdì Santo. Matteo Salin, nella sua veste di cultore della scherma, ci ricorda invece come questa disciplina abbia avuto risalto nella storia dell'Accademia Olimpica. Infine, con Luciano Zampese, docente all'Università di Ginevra, ci gustiamo una passeggiata con Luigi Meneghello.

Il quarto d’ora accademico – Clip 6

Una terna di video particolarmente varia per argomenti. La storica dell'arte Maria Elisa Avagnina ci accompagna alla scoperta di un affresco bassanese dal fascino misterioso. Con Ugo Galvanetto, docente di Strutture aerospaziali all'Università di Padova, ci divertiamo un po'... fra matite e spaghetti. Infine, con Roberto Ricciuti, docente di Politica economica all'Università di Verona, riflettiamo sui possibili effetti dell'attuale pandemia.

Il quarto d’ora accademico – Speciale

Sanmatio, celebre brano dell'accademico Bepi De Marzi, entra come contributo speciale de "Il quarto d'ora accademico" grazie all'interpretazione firmata dal Corochenonc'è di Roma, diretto da Dodo Versino e formato da studenti di alcuni licei della capitale.
La registrazione è stata effettuata nella Basilica di S. Croce in Gerusalemme, a Roma, il 21 dicembre 2019, in occasione della rassegna Not(t)e di Natale, organizzata dal gruppo corale Entropie Armoniche.

IL TESTO

Co la regina de San Matìo
la vole l'acqua rento ‘l so castelo,
ma che la porta el capitano,
quel che comanda la cità de Giano.

Ma ‘l capitano ga za l'amore,
la ze la fiola de Lilano Belo;
el se la porta nel so castelo
e l'indormenza co' le serenate.

Le serenate del capitano
le sveja tuta la cità de Giano.
Ma la regina no' ze contenta:
la vole l'acqua de la Valle Scura.

El capitano el ga paura,
el ga paura de la Busa Fonda.
La Busa Fonda, la Busa Nera,
el capitano belo el se dispera.

El se dispera el capitano,
quel che comanda la cità de Giano.
Ma la regina no' ze contenta:
la vole l'acqua rente l'erba menta.

Co' l'erba menta, co' l'erba amara,
la Busa Fonda la diventa ciara,
col primo sole de la matina
el capitano trova l'acqua fina.

Col primo sole, la prima onda,
co' l'erba menta la diventa bionda,
col primo ciaro de la matina
el capitano beve l'acqua fina.

Ma la regina no' ze contenta:
la vole l'acqua rento ‘l so castelo;
che ghe la porta, col capitano,
la vol la fiola de Lilano Belo.

Lilano Belo dal campo tondo
ga tanti fiori che profuma ‘l mondo,
ma ‘l capitano li porta via
così la storia ‘desso ze finìa.

La ze la storia del capitano,
quel che comanda la cità de Giano.
La ze la storia de la regina
che la voleva tutta l'acqua fina.

Ma ‘l capitano la porta via
così la storia ‘desso ze finìa.

Il quarto d’ora accademico – Clip 5

Tre nuovi contributi per "Il quarto d'ora accademico". Leopoldo Gamberale, professore emerito di Letteratura latina all'Università "La Sapienza" di Roma, ci guida tra i versi della poesia Goethe e il rigogolo di Fernando Bandini, in un viaggio naturalistico e letterario alla Rotonda e nei suoi dintorni. Mauro Zocchetta, docente di Anatomia artistica all'Accademia di Belle Arti di Venezia, ci offre invece una testimonianza pratica di questa disciplina, grazie al breve estratto di una sua lezione online per gli studenti del primo anno. Infine, passeggiata "virtuale" tra i rarissimi carpini bianchi secolari di Parco Querini a Vicenza in compagnia di Daniele Zovi, già alto dirigente del Corpo Forestale.

Il quarto d’ora accademico – Clip 4

Con Giovanni Carlo Federico Villa, storico dell'arte e docente all'Università di Bergamo, scopriamo come l'arte veneta raffigurò Vittorio Emanuele II, facendone un simbolo dell'unità d'Italia. Roberto Cuppone, drammaturgo, attore e docente dell'Università di Genova, legge invece alcuni brani dal De peste di Alessandro Massaria, nella traduzione curata da Daniela Marrone con la collaborazione di Gaetano Thiene ed Emilio Pianezzola: dal 1579 a oggi, emerge un quadro di straordinaria attualità, che evidenzia la competenza e la lungimiranza di questo medico che fu tra i fondatori dell'Accademia Olimpica. Infine, con l'imprenditore informatico Matteo Salin, un approfondimento sui virus dei computer: che cosa sono, come agiscono e come li si può combattere.

Il quarto d’ora accademico – Clip 3

Luca Trevisan, dell'Università di Verona, illustra le antiche contese, causate dall'utilizzo dei boschi, tra la città di Vicenza e i Sette Comuni. Con Paolo Pozzato, storico militare, ripercorriamo invece le premesse alla battaglia di Caporetto del 1917. Paolo Vidali, filosofo, propone infine una riflessione sulla "forma del bene", sul modo di affrontare i problemi globali partendo dall'imperativo categorico di Kant.

Il quarto d’ora accademico – Clip 2

Giovanni Carlo Federico Villa, storico dell'arte e docente all'Università di Bergamo, offre alcuni esempi di come l'arte fece di Dante un simbolo dell'Italia unita. Lo storico economico Edoardo Demo, docente all'Università di Verona, illustra invece le conseguenze che due pestilenze (nel 1348 e nel 1630/1631) ebbero sull'economia italiana. La storica dell'arte Maria Elisa Avagnina, infine, ripercorre l'origine e il significato del motto dell'Accademia Olimpica: un viaggio all'alba dell'attività della secolare istituzione, ma uno stimolo anche per noi moderni.

Il quarto d’ora accademico – Clip 1

Claudio Ronco, direttore del Reparto di Nefrologia dell'Ospedale di Vicenza e docente dell'Università di Padova, spiega come agisce il coronavirus e aggiorna su alcune strade imboccate per la sua cura. Giandomenico Cortese, giornalista, riflette sulla reazione della società di fronte alla paura, tra ragione e spiritualità. Infine, Marcello Ghilardi, docente di Filosofia all'Università di Padova, offre alcuni metodi per superare la solitudine, partendo dal pensiero in materia di Simone Weil (1909-1943).

Fogazzaro al cinema – Seconda giornata

Giovedì 28 e venerdì 29 novembre 2019 Accademia Olimpica e Biblioteca civica Bertoliana di Vicenza hanno proposto una due giorni sul rapporto tra Antonio Fogazzaro e il cinema di Mario Soldati. In questo video la registrazione della seconda e conclusiva sessione di lavori con un'introduzione di Luciano Morbiato e un intervento di Antonio Costa, entrambi accademici.
Qui la prima giornata

Fogazzaro al cinema – Prima giornata

Giovedì 28 e venerdì 29 novembre 2019 Accademia Olimpica e Biblioteca civica Bertoliana di Vicenza hanno proposto una due giorni sul rapporto tra Antonio Fogazzaro e il cinema di Mario Soldati. In questo video la registrazione della prima sessione di lavori con l'accademico Luciano Morbiato, con Tiziana Piras dell'Università di Trieste e con Alberto Buscaglia, curatore del Premio Antonio Fogazzaro.
Qui la seconda giornata