Conoscere Palazzo Thiene – Presentazione a cura di Maria Elisa AvagninaGiorno della Memoria 2022 – Vincoli spezzati… Due famiglie nella ShoahLetture dantesche – In loco d’ogne luce muto #05Letture dantesche – In loco d’ogne luce muto #04Economia e lavoro: tendenze e riformeLetture dantesche – In loco d’ogne luce muto #3Cent’anni dopo – Mario Rigoni Stern e Andrea Zanzotto (1921-2021)Incontro su Dante – Bassano del Grappa, 17 ottobre 2021Letture dantesche – In loco d’ogne luce muto #02Cerimonia d’apertura 2021/2022 e Lectio magistralis della prof.ssa Marta Cartabia

Giorno della Memoria 2022 – Vincoli spezzati… Due famiglie nella Shoah

Per iniziativa dell'Accademia Olimpica, nell'ambito delle celebrazioni per il Giorno della Memoria condivise con altre realtà culturali sotto l'egida del Comune di Vicenza, seguiamo le tracce di due famiglie - i Bleier e i Dalla Volta - travolte dall'olocausto, come simbolo delle tante distrutte dalla violenza nazi-fascista.
Con la partecipazione di:
Gaetano Thiene, presidente dell'Accademia Olimpica
Luciano Zampese, accademico olimpico e linguista
Antonio Spinelli, storico
A nome della famiglia Dalla Volta: Maurizia, nipote di Alessandro, e Guido Dalla Volta, nipote di Guido.
In chiusura, un intervento musicale di Ronald Grun (per gentile concessione della Fondazione Museo della Padova ebraica).

Letture dantesche – In loco d’ogne luce muto #05

Nel settimo centenario della morte di Dante, l'Accademia propone cinque appuntamenti dedicati all'Inferno, con letture di Antonino Varvarà, ideatore dell'iniziativa. In collaborazione e con il contributo del Comune di Vicenza e in collaborazione con il Conservatorio di Musica «Arrigo Pedrollo» e Confindustria Vicenza.

Letture dantesche – In loco d’ogne luce muto #04

Nel settimo centenario della morte di Dante, l'Accademia propone cinque appuntamenti dedicati all'Inferno, con letture di Antonino Varvarà, ideatore dell'iniziativa. In collaborazione e con il contributo del Comune di Vicenza e in collaborazione con il Conservatorio di Musica «Arrigo Pedrollo» e Confindustria Vicenza.

Economia e lavoro: tendenze e riforme

Giovedì 9 dicembre 2021 appuntamento online con Renato Brunetta, Ministro per la Pubblica Amministrazione, e Giorgio Brunello, docente di Macroeconomia all'Università di Padova. Aperto da un saluto dei presidente dell'Accademia, Gaetano Thiene, e della Classe di Diritto economia e amministrazione, Giacomo Cavalieri, l'incontro è stato introdotto e moderato dall'accademico Gilberto Muraro.

Letture dantesche – In loco d’ogne luce muto #3

Nel settimo centenario della morte di Dante, l'Accademia propone cinque appuntamenti dedicati all'Inferno, con letture di Antonino Varvarà, ideatore dell'iniziativa. In collaborazione e con il contributo del Comune di Vicenza e in collaborazione con il Conservatorio di Musica «Arrigo Pedrollo» e Confindustria Vicenza.

Cent’anni dopo – Mario Rigoni Stern e Andrea Zanzotto (1921-2021)

Venerdì 22 ottobre, alle Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari di Vicenza, Mario Rigoni Stern e Andrea Zanzotto sono stati al centro di una giornata di studi organizzata dall’Accademia, con il patrocinio del Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario di Rigoni Stern (del quale l’Accademia ha la vicepresidenza).
Dopo un saluto del presidente Gaetano Thiene e del vicedirettore delle Gallerie a Vicenza, Elena Milan, la giornata è stata aperta da un’introduzione dell’accademico Paolo Lanaro, ideatore e coordinatore dell’iniziativa.
Intorno a Rigoni Stern si sono articolate le relazioni di di Fabio Magro e di Matteo Giancotti, entrambi dell’Università di Padova, e dell’accademico Alvaro Barbieri. Di Zanzotto hanno parlato Massimo Natale dell’Università di Verona, il poeta e traduttore Stefano Strazzabosco, Stefano Dal Bianco dell’Università di Siena, l’accademico Giovanni Pellizzari e Marco Munaro, poeta, critico ed editore, amico e profondo conoscitore del poeta.
La chiusura è stata affidata all’accademico Bepi De Marzi, che ha proposto la sua "Cantata per Mario e Andrea".

Incontro su Dante – Bassano del Grappa, 17 ottobre 2021

È stato dedicato a Dante il tradizionale appuntamento "in trasferta" dell'Accademia Olimpica, svoltosi a Bassano del Grappa, al Museo Civico, domenica 17 ottobre.
Patrocinato dalla Città di Bassano del Grappa e aperto da un indirizzo di saluto del sindaco, Elena Pavan, e del presidente dell’Accademia, Gaetano Thiene, l’incontro ha visto l'intervento di quattro accademici olimpici: lo storico Giorgio Cracco («… e non surge molt’alto…». Un colle e un Dante da riscoprire), lo storico dell’arte Giovanni Carlo Federico Villa (Dante, l’immaginario del mito: dalla scultura monumentale al fumetto), Giovanni Marcadella, già direttore dell’Archivio di Stato di Vicenza (Dante, tra commemorazione e simbolo di unità nazionale. I casi di Bassano del Grappa e di Romano d’Ezzelino), e Giuseppe Segato, già primario della 2ª Divisione di Chirurgia generale all’Ospedale di Vicenza ma anche apprezzato artista, come tale invitato a illustrare alcune sue opere dedicate all’Inferno, con il commento musicale dell’organista Margherita Dalla Vecchia.

Letture dantesche – In loco d’ogne luce muto #02

Nel settimo centenario della morte di Dante, l'Accademia propone cinque appuntamenti dedicati all'Inferno, con letture di Antonino Varvarà, ideatore dell'iniziativa. In collaborazione e con il contributo del Comune di Vicenza e in collaborazione con il Conservatorio di Musica «Arrigo Pedrollo» e Confindustria Vicenza.
Qui la notizia

Cerimonia d’apertura 2021/2022 e Lectio magistralis della prof.ssa Marta Cartabia

Sabato 2 ottobre 2021, al Teatro Olimpico di Vicenza, si è svolta la cerimonia d'apertura dell'anno di attività 2021/2022 dell'Accademia Olimpica. Dopo l'intervento di saluto del presidente Gaetano Thiene e con il coordinamento del segretario Maria Elisa Avagnina, la cerimonia ha visto la proclamazione dei vincitori del Premio "Hic Labor" per tesi di Dottorato di ricerca e la consegna dei diplomi ai nuovi accademici olimpici, eletti nel dicembre 2020.
L'evento si è chiuso con la lectio magistralis tenuta dall'accademica onoraria Marta Cartabia, Ministra della Giustizia, sul tema del Diritto.