Il nostro futuro sarà nel Metaverso?

Qui la registrazione dell'evento

Che cosa si intende per Metaverso? In che modo sta cambiando e cambierà il nostro agire on-line, ma anche la nostra vita in generale, vista quell'integrazione ormai sempre più profonda tra on-line e off-line che Luciano Floridi ha sintetizzato nel concetto di on-life?
L'Accademia propone un incontro in materia giovedì 1 dicembre, alle 17.30 nell'Odeo del Teatro Olimpico: un vero e proprio viaggio alla scoperta del Metaverso – anzi, dei Metaversi – che il pubblico compirà con la guida dell'accademico Matteo Salin, docente e imprenditore informatico.
“Inventato” da Tim Berners-Lee il 12 marzo 1989, il servizio Internet noto come Web (letteralmente "ragnatela") si è evoluto sensibilmente, fino a poter essere considerato "semantico" a pieno titolo, dopo lo sviluppo degli ipertesti e la nascita dei social network: un ambiente, cioè, in cui le informazioni comunicano tra loro, creando e trasmettendo significati.
Con l'approdo nel Metaverso, ci si sta avviando verso un cambiamento ulteriore. Dalla normale bidimensionalità attuata attraverso uno schermo, si passerà alla tridimensionalità, con gli utenti chiamati a comunicare in una realtà virtuale nella quale potranno interagire tra loro ma anche con gli oggetti che vi saranno inseriti. Una realtà nella quale vivremo, lavoreremo e ci relazioneremo "rappresentati" dai nostri Avatar, alter ego componenti di una società a tutti gli effetti, sviluppata in un universo oltre quello cui siamo abituati. Qualcosa di tutto questo è già in atto nel presente. Ma sarà davvero questo il nostro futuro?
Aperto da un saluto del presidente dell'Accademia, Gaetano Thiene, e del presidente della Classe di Diritto economia e amministrazione, Giacomo Cavalieri, l'incontro è a ingresso libero. Per informazioni: 0444 324376 oppure [email protected]